Bacheca - :: SITO UFFICIALE DELLA CITTA' DI NOVI LIGURE (AL) ::

Sportello Unico edilizia | Bacheca - :: SITO UFFICIALE DELLA CITTA' DI NOVI LIGURE (AL) ::

(data ultimo aggiornamento 08 settembre 2020)

 

 

IN EVIDENZA -

 

AVVISO IMPORTANTE

Il Capo Sezione Urbanistica, Arch. Pasquale S. G. Morroi,

A V V I S A che

ai sensi del punto 20 del D.P.G.R. Piemonte n. 34 del 21/03/2020 “ULTERIORI MISURE DI SORVEGLIANZA PER LA PREVENZIONE E GESTIONE DELL'EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID-19. ORDINANZA AI SENSI DELL'ART.32, COMMA 3, DELLA LEGGE 23 DICEMBRE 1978, N833 IN MATERIA DI IGIENE E SANITA' PUBBLICA” pubblicata sul supplemento ordinario n. 6 del BUR Piemonte n. 12/2020,

 

fino al 3 aprile p.v. (e fatte salve proroghe di detta misura) è disposto il fermo delle attività nei cantieri, previa la concessione del termine per la messa in sicurezza, fatti salvi quelli relativi alla realizzazione e manutenzione di strutture sanitarie e di protezione civile, alla manutenzione delle rete stradale, autostradale, ferroviaria, del trasporto pubblico locale, nonché quelli relativi alla realizzazione, manutenzione e funzionamento degli altri servizi essenziali o per motivi di urgenza e sicurezza.

 


 

 

 

Conferenza dei servizi Retail Park 

16 agosto 2016: File da scaricare per: Conferenza dei servizi Retail (dimensione del file 620 Mb circa)

27 settembre 2016: File da scaricare per: Domanda permesso strada cascine Barbellotta (dimensione del file 60 Mb circa) 

27 settembre 2016: File da scaricare per: Domanda permesso fognature bianche e nere (dimensione del file 60 Mb circa) 

21 ottobre 2016: Documentazione relativa alle integrazioni presentate il 19/10/2016 per c.d.s. del 3 novembre (dimensione del file 30 Mb circa)


 

BANDO EDIFICI "A ENERGIA QUASI ZERO"

Con deliberazione n. 41-2373 del 22 luglio 2011, pubblicata sul B.U.R. n. 30 del 28 luglio 2011, la Giunta Regionale, nell’ambito degli strumenti di incentivazione previsti dalla legge regionale 23/2002 (Disposizioni in campo energetico), ha approvato i criteri e le modalità per la concessione di contributi in conto capitale, nella misura del 25% dei costi ammissibili, per la realizzazione di edifici “a energia quasi zero”, ossia edifici ad altissima prestazione energetica e che utilizzano energia prevalentemente da fonti rinnovabili.
In attuazione di quanto stabilito con la citata deliberazione sono stati predisposti il bando, gli allegati tecnici e la modulistica relativa, approvati con determinazione dirigenziale n. 160 del 25 luglio 2011.
Possono formulare domanda di contributo i privati cittadini e i soggetti pubblici, oltre agli organismi pubblici e privati senza scopo di lucro, in qualità di proprietari o titolari di diverso diritto reale o di godimento rispetto all’intervento, che deve essere realizzato in Piemonte.
Il bando, cui sono inizialmente destinati circa 2.000.000 di euro, è gestito da Finpiemonte S.p.A. con procedura “a sportello” e rimane aperto fino all’esaurimento della dotazione finanziaria.
Le domande dovranno essere inviate con procedura telematica a Finpiemonte S.p.A.  a partire dalle ore 10.00 del giorno 15 settembre 2011.
PER APPROFONDIMENTI E SCARICARE IL BANDO SEGUIRE >>>
IL LINK ISTITUZIONALE DELLA REGIONE PIEMONTE


 


AMPLIATO L'ELENCO DELLE OPERE E DEGLI INTERVENTI DI ATTIVITA' EDILIZIA LIBERA A SEGUITO DELLA CONVERSIONE DEL DECRETO LEGGE N. 40/2010 IN LEGGE N. 73/2010

ENTRATA IN VIGORE DEL PROVVEDIMENTO: 26.05.2010

LEGGE n. 73 del 22.05.2010: "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 25 marzo 2010, n. 40, recente disposizioni urgenti tributarie e finanaziarie in materia di contrasto alle frodi fiscali internazionali e nazionali operate, tra l'altro, nella forma dei cosiddetti 'caroselli' e 'cartiere', di potenziamento e razionalizzazione della riscossione tributaria anche in adeguamento alla normativa comunitaria, di destinazione dei gettiti recuperati al finanziamento di un Fondo per incentivi e sostegno della domanda in particolari settori." [G.U. n. 120 del 25.05.2010]

L’articolo 5 del Decreto Legge n. 40/2010, ha ampliato la definizione di ATTIVITA' EDILIZIA LIBERA, modificando l’articolo 6 del D.P.R. n. 380/01 e s.m.i. (Testo Unico dell’Edilizia).

COMUNICATO STAMPA
- Estratto Legge n. 73/2010
- Modello COMUNICAZIONE ATTIVITA' EDILIZIA LIBERA [doc - pdf]
- Modello RELAZIONE ASSEVERATA ai sensi c. 4 art. 6 DPR 380/01 e s.m.i. da allegare alla COMUNICAZIONE [doc - pdf]


 

LEGGE REGIONALE n. 20 del 14.07.2009: "Snellimento delle procedure in materia di edilizia e urbanistica"

Si informa che a seguito dell’entrata in vigore della Legge Regionale 14 luglio 2009, n. 20 (B.U.R. 16 Luglio 2009, n. 28), recante “snellimento delle procedure in materia di edilizia e urbanistica”, sono state introdotte alcune novità  atte a favorire il rilancio dell’economia attraverso interventi di riqualificazione del patrimonio edilizio esistente, anche in deroga agli strumenti urbanistici ed edilizi vigenti.
Il termine ultimo per usufruire delle agevolazioni di cui sopra è fissato al 31 dicembre 2011.
Allo scopo di favorire una puntuale informazione sugli interventi consentiti dalla nuova normativa si riportano di seguito i testi integrali della suddetta Legge Regionale n. 20/2009 (entrata in vigore il 31 luglio 2009) e la relativa circolare esplicativa (circolare del Presidente della Giunta Regionale 21 settembre 2009, n. 4/PET).
Tra le novità introdotte dalla normativa in questione, all’articolo 4 è prevista la possibilità di demolire e ricostruire immobili esistenti, con un ampliamento pari al 25% del volume, anche in deroga agli strumenti urbanistici ed edilizi vigenti.
Gli immobili che potranno usufruire di tali agevolazioni, devono essere individuati dal comune, anche su richiesta degli aventi titolo, con propria deliberazione consigliare. A tal fine si riporta di seguito il fac-simile di istanza di individuazione dell’immobile, da presentare al comune.

- Estratto della L.R. n. 20/09
- Circolare Giunta Regionale n. 4/PET 2009
- Fac-simile di istanza [pdf - doc]

 

L.R. 1/2011 in modifica alla L.R. 20/2009 (Piano Casa)

Testo di legge 


 

 

AVVISO IMPORTANTE:

Si comunica che con deliberazione n. 210 del 4.12.2017 sono state approvate le TARIFFE PER I SERVIZI COMUNALI relative all’anno 2018.

Si segnala pertanto che, a far data dall’ 1.01.2018, è stata eliminata l’opzione di rilascio urgente dei CDU (con maggiorazione di € 100,00) e pertanto TUTTE le richieste saranno soggette alle normali tariffe e i certificati saranno rilasciati  nel TERMINE MASSIMO di 30 GIORNI dalla protocollazione.

 

Si segnala altresì che sono stati introdotti diritti di ricerca e visura (di cui all’art. 25 comma 1 della Legge 7 agosto 1990 n. 241) relativamente alle richieste di accesso agli atti relative a provvedimenti rilasciati anteriormente all’ 1.01.2001 di cui il richiedente non fornisce gli estremi (numero e data) e/o la cui ricerca comporta indagini ulteriori e diverse dalla  mera consultazione sulla  banca dati del programma di gestione delle pratiche edilizie.

I diritti di ricerca e visura, nei casi dovuti, ammontano a € 10,00.

I costi di riproduzione degli elaborati di cui viene richiesta copia cartacea non saranno applicati per importi al di sotto di € 1,50.

Nel caso di rilascio di documentazione su supporto digitale si applica la tariffa di € 10,00.

 

 

 

> SPARISCE il Certificato di agibilità:

Con il D.Lgs. 222 del 25 novembre 2016, che abroga l'art. 25 e modifica l'art. 24 del D.P.R. 380/01, il certificato di agibilità non esiste più e viene sostituito dalla SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI AGIBILITA' che dovrà essere presentata al Comune nelle modalità definite dall'art. 24 del D.P.R. 380/01 e corredata degli elaborati elencati al comma 5 dello stesso articolo.

Con il decreto «SCIA 2» l'iter ordinario è cancellato e resta un'unica strada da percorrere: è il professionista (direttore dei lavori o, in mancanza, professionista abilitato) che assevera sia la sussistenza delle condizioni di sicurezza, igiene, salubrità, e di efficienza energetica che la conformità dell'opera al progetto presentato.

Trattandosi non più di una richiesta di un certificato, ma di una segnalazione certificata in cui si attesta la conformità dell'intervento alla legge, gli edifici - o loro porzioni - possono essere utilizzati dalla data di presentazione della segnalazione certificata allo sportello unico (comma 6 art. 24).

Presto, nel portale MUDE, sarà disponibile il nuovo modello. Temporaneamente dovrà essere utilizzato il modello di Attestazione di agibilità disponibile sul portale, in quanto maggiormente aderente a quanto disposto dall'art. 24 del D.P.R. 380/01, così come modificato dal D.Lgs. 222/2016. DLgs 222/2016 - COMUNICATO MUDE

 

> COME PRESENTARE UN'AGIBILITA'

Nel caso di pratica edilizia originariamente presentata in formato cartaceo: di PRESENTAZIONE delle pratiche di AGIBILITA'

Nel caso di pratica edilizia originariamente presentata in formato digitale: portale regione Piemonte MUDE

 

> SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI AGIBILITA' - SANZIONI -: Delibera di Giunta Comunale n. 186 del 28.11.2012:  stabiliti i criteri di applicazione SANZIONE ai sensi artt. 24 e 25 D.P.R. 380/01 e s.m.i. nei casi in cui passino più di 15 giorni tra la data di fine lavori e la presentazione della domanda di rilascio del certificato di agibilità.

 

 

 

> SERVIZIO TESORERIA

dal 01/01/2013 il servizio di Tesoreria Comunale viene svolto dalla BANCA POPOLARE DI SONDRIO (gli uffici del Tesoriere sono siti in Corso Marenco 59 - angolo Via Giacometti).

> NUOVO COSTO DI COSTRUZIONE: aggiornato il costo unitario per il calcolo del C.C. per le nuove costruzioni a partire dal 01 gennaio 2020;

 

 

 

Dal 1 gennaio 2012, il MUDE ha sostituito i seguenti modelli:
- C
omunicazione di Inizio Lavori di attività edilizia libera (per opere di manutenzione ORDINARIA [CIL];
- C
omunicazione di Inizio Lavori di attività edilizia libera Asseverata (per opere di manutenzione STRAORDINARIA [CILA]);
- S
egnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA).

Dal 6 settembre 2013, il MUDE ha sostituito il seguenti modelli:
- D
enuncia Inizio Attività in alternativa al Permesso di costruire (DIA).

Dal 16 febbraio 2015, il MUDE ha introdotto il seguente modello:
- P
ermesso di Costruire (PdC).

Da fine gennaio 2017, il MUDE ha introdotto i seguenti modelli:
- S
egnalazione Certificata Inizio Attività relativa all'Agibilità (SCIAGI) a seguito dell'entrata in vigore del D.Lgs 222/2016;

- Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) a seguito dell'entrata in vigore del D.Lgs 222/2016 che ELIMINA di fatto le DIA.

 

Dal 1 marzo 2012 l'inoltro delle CILA e delle SCIA dovrà avvenire unicamente per via telematica, tramite MUDE ON LINE.

Dal 6 settembre 2013 l'inoltro delle SCIA/DIA dovrà avvenire unicamente per via telematica, tramite MUDE ON LINE.

Dal 16 febbraio 2015 l'inoltro dei Permessi di costruire dovrà avvenire unicamente per via telematica, tramite MUDE ON LINE.

 

> NUOVO MODELLO CIL - vai alla pagina di riferimento.

> PRATICHE EDILIZIE ON LINE

AVVISO ai professionisti

 

 

 

 

> NUOVA CLASSIFICAZIONE SISMICA

Modulistica regionale per il deposito sismico

 

 

 

Per suggerimenti, osservazioni o richieste relativamente a questa sezione del sito scrivere a:
sportelloedilizia@comune.noviligure.al.it


 

 

Risultato (4 valutazioni)