Affari sociali - :: SITO UFFICIALE DELLA CITTA' DI NOVI LIGURE (AL) ::

Elenco uffici e servizi | Affari sociali - :: SITO UFFICIALE DELLA CITTA' DI NOVI LIGURE (AL) ::

UFFICI e SERVIZI - Affari sociali

Dirigente  
Capo Ufficio Dott.ssa. Roncoli Pippo Maria Cristina - tel. 0143/772253
Funzionario addetta all’Ufficio Dott.ssa. Pastorino Valentina- tel. 0143/772278
Posta elettronica istituzionale aff.sociali@comune.noviligure.al.it
Orario dal Lunedì al Giovedì: mattina 8,30 – 12,00
Lunedì: pomeriggio 14,30 – 16,30

ABBONAMENTI AGEVOLATI SU SERVIZIO TRASPORTO URBANO
Categorie beneficiari:
a) pensionati con reddito mensile non superiore al minimo di una pensione INPS e con età non inferiore a 60 anni se uomini e 55 se donne (quota a carico dell’utente 10% del costo dell’abbonamento  mensile);
b) pensionati con reddito mensile non superiore al minimo di una pensione INPS e con età non inferiore a 60 anni se uomini e 55 se donne e proprietari di un immobile adibito a propria abitazione (quota a carico dell’utente 50% del costo dell’abbonamento mensile);
c) persone con invalidità dal 67% al 99% (quota a carico dell’utente 50% del costo dell’abbonamento mensile);
d) invalidi al 100% e loro accompagnatore (gratuito).
Documentazione da presentare:
- documento di identità del richiedente;
- mod. CUD pensione anno precedente o, in caso di proprietà di immobile mod. 730 o mod. Unico o verbale attestante la percentuale di invalidità (a seconda dei requisiti in possesso);
- n. 1 fotografia.
* si avvisano i gentili utenti che potranno essere accettate esclusivamente le istanze presentate personalmente dai diretti interessati. In caso di documentato impedimento dovrà essere presentata dalla persona incaricata apposita delega scritta corredata da copia del documento di identità in corso di validità del delegante e del delegato.
N.B. Le richieste di abbonamenti gratuiti per invalidi su servizio di trasporto extraurbano devono essere presentate alla Provincia di Alessandria – Ufficio Servizio Trasporti e Mobilità Pubblica e Privata – Via Gentilini 3, Alessandria (tel. 0131/303624 oppure 0131/303632)


BONUS SOCIALI UTENZE DOMESTICHE DIRETTE E INDIRETTE - CALL CENTER SGATE PER I CITTADINI: 800-166654

BONUS SOCIALE ENERGIA ELETTRICA
Beneficiari
:
clienti domestici intestatari di una fornitura elettrica nell’abitazione di residenza con potenza impegnata fino a 3 KW, che abbiano un indicatore ISEE inferiore o uguale a € 8.265,00 nonché le famiglie numerose (4 o più figli a carico) con ISEE non superiore a € 20.000,00 nonché clienti elettrici presso i quali vive un soggetto affetto da grave malattia, costretto ad utilizzare apparecchiature elettromedicali necessarie per il mantenimento in vita. I due bonus sono cumulabili qualora ricorrano i rispettivi requisiti di ammissibilità.
Documentazione necessaria per disagio economico:
- Fattura per l’erogazione dell’energia elettrica
- copia dell’attestazione ISEE                                                                                                                       
- copia del documento di identità del richiedente e intestatario del contratto per l’erogazione dell’energia elettrica
Documentazione necessaria per disagio fisico:
-Fattura per l’erogazione dell’energia elettrica
-copia del documento di identità del richiedente e intestatario del contratto per l’erogazione dell’energia elettrica
-certificazione ASL che attesti la necessità di utilizzare l’apparecchiatura elettromedicale, il tipo di apparecchiatura utilizzata, l’indirizzo presso il quale l’apparecchiatura è installata, la data a partire dalla quale il cittadino utilizza l’apparecchiatura., oppure per i cittadini già inclusi negli elenchi delle forniture non interrompibili ai sensi del Piano di Emergenza per la Sicurezza del Sistema Elettrico (PESSE) dovranno presentare apposita dichiarazione sostitutiva della certificazione ASL
* si avvisano i gentili utenti che potranno essere accettate esclusivamente le istanze presentate personalmente dai diretti interessati. In caso di documentato impedimento dovrà essere presentata dalla persona incaricata apposita delega scritta corredata da copia del documento di identità in corso di validità del delegante e del delegato.

BONUS SOCIALE GAS E IDRICO
Beneficiari
:
clienti domestici con indicatore ISEE non superiore a € 8.265,00 nonché le famiglie numerose (4 o più figli a carico) con ISEE non superiore a € 20.000
Documentazione necessaria per disagio economico:
- Fattura per l’erogazione del gas
- copia dell’attestazione ISEE
- copia del documento di identità del richiedente e intestatario del contratto per l’erogazione del gas
In caso di riscaldamento centralizzato occorre presentare altresì:
- codice PDR dell’impianto condominiale (solo per bonus gas)
- intestatario dell’impianto condominiale (solo per bonus gas)
- codice fiscale o Partita IVA dell’intestatario dell’impianto condominiale (solo per bonus gas);
 - fattura per l’erogazione idrica (solo in caso di impianto individuale);
* si avvisano i gentili utenti che potranno essere accettate esclusivamente le istanze presentate personalmente dai diretti interessati. In caso di documentato impedimento dovrà essere presentata dalla persona incaricata apposita delega scritta corredata da copia del documento di identità in corso di validità del delegante e del delegato.

RIESAME-RECLAMO SGATE
Si informa l’utenza che presso l’Ufficio Affari Sociali è inoltre possibile, ove in precedenza si abbia già presentato richiesta di ammissione o rinnovo del bonus, presentare altresì istanza di:
Riesame (per richiedere a Sgate la correzione di dati e informazioni precedentemente trasmessi per il tramite dell’ufficio);
Reclamo allo Sportello per il Consumatore per l’Energia e Ambiente ( per informazioni consultare il sito: www.portalesportello.it)


BANDO DI CONCORSO ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA SOCIALE
A seguito del bando di concorso indetto dall’Agenzia Territoriale per la Casa di Alessandria (l’ultimo bando è stato indetto in data 07/03/2014). In presenza di indizione bando, presso l’Ufficio è possibile ritirare i moduli per le istanze e ricevere informazioni generali in merito.Al momento della pubblicazione della relativa graduatoria è possibile, altresì, la consultazione della medesima.


ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA SOCIALE DI RISERVA IN CASO DI GRAVI SITUAZIONI DI EMERGENZA ABITATIVA
Beneficiari
: coloro che si trovano in una delle situazioni di cui all’art. 6 del Reg. n. 12 del 4/10/2011:

  1. nuclei che sono assoggettati a procedure esecutive di sfratto o a decreto di trasferimento conseguente a procedura esecutiva immobiliare o a rilascio dell’abitazione coniugale a seguito di sentenza di assegnazione all’altro coniuge;
  2. nuclei che devono forzatamente rilasciare l’alloggio in cui abitano a seguito di ordinanza di sgombero o in conseguenza di eventi calamitosi che lo rendano inutilizzabile;
  3. nuclei che abitano un alloggio dichiarato, dalla competente azienda sanitaria locale, non idoneo all’abitazione, in relazione alle condizioni di salute di uno o più occupanti;
  4. si trovano nelle condizioni di profughi o rifugiati;
  5. risultano ospiti da almeno tre mesi di dormitori pubblici o di altra struttura alloggiativa procurata a titolo temporaneo dagli organi preposti all’assistenza pubblica.
  6. sono titolari di sistemazione provvisoria, di cui all’art. 10, comma 5, della l.r. n. 3/2010, in scadenza, qualora il Comune accerti l’impossibilità per il nucleo di reperire una diversa soluzione abitativa

E’ indispensabile presentare la documentazione comprovante lo stato di urgenza. L’alloggio viene assegnato in base alle effettive disponibilità comunicate annualmente dall’A.T.C. di Alessandria.
* si avvisano i gentili utenti che potranno essere accettate esclusivamente le istanze presentate personalmente dai diretti interessati.


EROGAZIONE CONTRIBUTI PER ABBATTIMENTO BARRIERE ARCHITETTONICHE
(ai sensi della Legge n. 13/89)
Beneficiari:
- portatori di menomazioni e limitazioni funzionali permanenti;
- coloro che hanno a carico soggetti di cui sopra;
- condomini ove risiedano le suddette categorie.
Documentazione richiesta:
- documento di identità del richiedente in corso di validità;
- domanda in carta resa legale;
- certificato medico attestante l’handicap che precisi da quali patologie dipende e quali obiettive difficoltà alla mobilità ne discendano;
- dichiarazione sostitutiva di atto notorio dalla quale risulti: la residenza del richiedente, l’ubicazione dell’abitazione, nonché le difficoltà dell’accesso, che le opere non sono già esistenti o in corso di esecuzione e se per le stesse sono stati concessi all’interessato altri contributi, la data di ultimazione dell’immobile (prima o dopo l’11/8/1989);
- documentazione attestante l’invalidità totale con difficoltà di deambulazione;
- preventivi delle opere da effettuare.
Scadenza: La domanda deve essere presentata entro il 1° marzo di ogni anno. Le istanze pervenute dopo tale data, come da normativa vigente, verranno inoltrate alla Regione Piemonte l’anno successivo.


CONCESSIONE ASSEGNI DI MATERNITÀ AI SENSI DELL'ART. 66 DELLA L. N. 448/98 E S.M.I.
Beneficiari:
- le madri cittadine italiane residenti dei bambini nuovi nati che non beneficiano del trattamento previdenziale dell’indennità di maternità;
- le cittadine comunitarie residenti  e le cittadine extracomunitarie residenti munite di documentazione di soggiorno in regola con la normativa vigente.
- le madri adottive o affidatarie residenti di bambini presi in adozione o in affidamento preadottivo.
- In casi particolari, tassativamente previsti dalla legge e in presenza dei requisiti necessari, i soggetti legittimati secondo la normativa vigente in materia;
Scadenza: le istanze devono essere presentate al Comune  entro 6 mesi dalla data del parto o dalla data di ingresso in famiglia del minore adottato/affidato.
Documentazione richiesta:
- attestazione ISEE con l’indicazione del minore;
- documentazione di soggiorno in regola con la normativa vigente (per cittadini non appartenenti all’U.E.)
- codice IBAN di conto bancario, postale o carta prepagata intestata alla beneficiaria.
L’assegno viene corrisposto in un’unica soluzione direttamente dall’INPS con bonifico bancario o postale.


CONCESSIONE ASSEGNI PER IL NUCLEO FAMILIARE CON ALMENO 3 FIGLI MINORI AI SENSI DELL'ART. 65 DELLA L. n. 448/98 E S.M.I.
Beneficiari:
cittadini italiani, comunitari o extracomunitari residenti muniti di documentazione di soggiorno in regola con la normativa vigente, con almeno 3 figli minori di 18 anni parimenti residenti e facenti parte dello stato di famiglia del richiedente;
Scadenza: le istanze devono essere presentate al Comune a partire dal 1° febbraio dell’anno per il quale è richiesto il beneficio ed entro il 31 gennaio dell’anno successivo.
Documentazione richiesta:
- attestazione ISEE con l’indicazione dei minori;
- documentazione di soggiorno in regola con la normativa vigente (per cittadini non appartenenti all’U.E.);
- codice IBAN di conto bancario, postale o carta prepagata intestato al beneficiario (in caso di assegno di importo inferiore a Euro 1.000 è inoltre possibile optare per la corresponsione di quanto spettante da INPS mediante assegno circolare)
- l’importo spettante viene corrisposto direttamente dall’INPS, con cadenza semestrale posticipata.


FONDO MOROSITÀ INCOLPEVOLE
Beneficiari
: Tutti i cittadini residenti nel Comune di Novi Ligure quale comune aderente all’iniziativa poiché classificato ATA (alta tensione abitativa), di nazionalità italiana o di un paese dell’Unione Europea, in caso di cittadini residenti nel Comune di Novi Ligure non appartenenti all’U.E. possesso di un regolare titolo di soggiorno.
Requisiti:
- Essere titolare di un contratto di locazione residenziale regolarmente registrato;
- Essere destinatario di un atto di intimazione di sfratto per morosità, con citazione per la convalida;
- Risiedere nell’alloggio oggetto della procedura di rilascio da almeno un anno;
- Indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) non superiore a € 26.000,00;
- Documentazione di soggiorno in regola con la normativa vigente (per cittadini non appartenenti all’U.E.)
Criterio preferenziale
Presenza all’interno del nucleo famigliare di un componente ultrasettantenne ovvero minore ovvero con invalidità accertata maggiore o uguale al 74% o in carico ai servizi sociali.
Cause di esclusione
Locatario di immobili appartenenti alle categorie A1, A8 e A9; titolare di diritto di proprietà o altro diritto reale su immobile adeguato e fruibile nella provincia di residenza.
Criterio di ripartizione delle risorse
Con riferimento al numero delle famiglie in affitto e al numero degli sfratti emessi presenti nel Comune.
Dimensionamento del contributo
Con riferimento all’ammontare della morosità incolpevole accertata e nel limite massimo di € 8.000,00 per beneficiario.
Il contributo a ristoro, anche parziale, della morosità incolpevole accertata può essere liquidato direttamente al proprietario.
La corresponsione del contributo è subordinata alla disponibilità dei fondi regionali stanziati per il Comune di Novi Ligure


AGENZIA SOCIALE PER LA LOCAZIONE
Beneficiari
: Tutti i cittadini di nazionalità italiana o di un paese dell’Unione Europea, in caso di cittadini non appartenenti all’U.E. possesso di un regolare titolo di soggiorno.
Limite di reddito per l'accesso
Indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) non superiore a € 26.000,00.
Requisiti di accesso
Essere residenti o avere attività lavorativa da almeno un anno nel Comune sede di agenzia o nei comuni appartenenti alla medesima rete di agenzie. 
Sottoscrivere con il proprietario dell’alloggio un contratto a canone concordato.
Cause di esclusione
Contratto non riferibile ad alloggi A1, A7, A8, e A9.
Proprietari di alloggi di prestigio o di tipo civile in Italia; proprietari di alloggi di tipo economico nella provincia di residenza.
Criterio di ripartizione delle risorse
Con riferimento al numero delle famiglie in affitto, al numero degli sfratti emessi presenti nel Comune e al numero di contratti stipulati nel biennio precedente (stima).
Dimensionamento dei contributi
Per i proprietari da un minimo di € 1.500,00 ad un massimo di € 3.000,00 in relazione alla durata del contratto e fondo di garanzia.
Per gli inquilini da quattro ad otto mensilità del canone in relazione alla fascia ISEE di appartenenza.
La corresponsione del contributo è subordinata alla disponibilità dei fondi regionali stanziati per il Comune di Novi Ligure


SOSTEGNO AI MUTUATARI IN DIFFICOLTA’ (PRIMA CASA).
Beneficiari
: I mutuatari possono presentare domanda di contributo agli sportelli ASLo del comune di residenza o del comune capofila d’ambito territoriale per coloro che risiedono in comuni privi di sportello ASLo.
Requisiti
Il Comune valuta l’ammissibilità delle domande pervenute in base ai seguenti parametri:
1. cittadinanza italiana o di un paese dell’unione europea o per coloro non appartenenti all’unione europea, possesso di un regolare permesso di soggiorno;
2. indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) non superiore a 26.000 euro;
3. residenza anagrafica o attività lavorativa da almeno un anno nel Comune sede di ASLo o nei comuni appartenenti al medesimo ambito territoriale, previo accordo tra i Comuni;
4. non titolarità da parte del richiedente o degli altri componenti il nucleo anagrafico, dei diritti esclusivi di proprietà, usufrutto, uso e abitazione su ulteriori immobili di categoria catastale A1, A2, A7, A8, A9, ubicati in qualunque località del territorio nazionale o su uno o più immobili di categoria catastale A3, ubicati sul territorio della provincia di residenza;
5. l’immobile oggetto del mutuo prima casa non deve avere le caratteristiche dell’abitazione di lusso (DM Lavori Pubblici 2 agosto 1969 e categorie catastali A1, A8, A9); la superficie massima dell’abitazione, misurata al netto dei muri perimetrali e di quelli interni, non può superare metri quadrati 954:
6. il valore iniziale del mutuo per l’acquisto della prima casa non può superare l’importo di euro 100.000,005.
Il contributo a fondo perduto per i mutuatari è così definito:
·  dodici rate mensili per mutuatari con ISEE inferiore a 6.400,00 euro;
·  nove rate mensili per mutuatari con ISEE da 6.400,01 fino a 10.600,00 euro;
·  sei rate mensili per mutuatari con ISEE da 10.600,01 fino a 26.000,00 euro;

Il contributo è liquidato al termine del periodo di interruzione del pagamento delle rate di mutuo concessa dall’istituto di credito. Il contributo è liquidato a rimborso, previa dimostrazione della regolare ripresa del pagamento della prima rata successiva all’interruzione. Il contributo non è cumulabile con altre agevolazioni previste dalla normativa statale in materia di solidarietà o garanzia di mutui per l’acquisto della prima casa.

Caratteristiche mutui e alloggi
Il contributo è concesso ai soggetti in possesso dei requisiti soggettivi previsti per le misure di sostegno all’affitto, titolari di mutui prima casa:
 a) il cui valore iniziale non è superiore ai limiti di importo mutuabile stabilito per gli alloggi di edilizia agevolata finanziati ai sensi della legge regionale 17 maggio 1976, n. 28 (Finanziamenti integrativi a favore delle cooperative a proprietà indivisa);
b) la cui rata è stata interrotta per il limite massimo di mensilità consentito dai commi 475 e seguenti dell’articolo 2 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 (Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato 'Legge finanziaria 2008');
 c) che non sono più coperti da contratti assicurativi a copertura dei rischi di cui ai commi 479 e seguenti dell’articolo 2 della l. 244/2007.

L’immobile oggetto di mutuo deve rispettare le caratteristiche tecniche e tipologiche previste dalla normativa vigente per gli interventi di edilizia agevolata e non presentare le caratteristiche di cui al decreto del Ministero dei Lavori pubblici 2 agosto 1969 (Caratteristiche delle abitazioni di lusso).
I contributi della presente legge non sono cumulabili con la fruizione di altre agevolazioni previste dalla normativa statale in materia di solidarietà o garanzia di mutui per l’acquisto della prima casa.

La corresponsione del contributo è subordinata alla disponibilità dei fondi regionali stanziati per il Comune di Novi Ligure


Servizio IMMIGRATI
Indirizzo: piano terreno del Palazzo Municipale in piazza Dellepiane – Tel. 0143/772240
Orario: Lunedì 9,30 – 12,30 / 14,30 – 18,00 | Martedì14,30 – 18,00 | Mercoledì 14,30 – 18,00 | Giovedì 14,30 – 18,00 | Venerdì 14,30 – 18,00
Servizio in affidamento ai sensi di legge ad Azimut Cooperativa Sociale


Servizio PUNTOGIOVANI
Indirizzo: via Marconi, 66 (atrio Biblioteca Civica, piano terra) - tel. 0143/72592 (selezionare 3) -  fax 0143/322481
Orario: Lunedì  9,30 – 12,30 / 14,30 – 18,00 | Martedì  14,30 – 18,00 |Mercoledì  14,30 – 18,00 | Giovedì  14,30 – 18,00 | Venerdì  14,30 – 18,00
Servizio in affidamento ai sensi di legge ad Azimut Cooperativa Sociale

Risultato (21901 valutazioni)