Stato civile sottopagine - :: SITO UFFICIALE DELLA CITTA' DI NOVI LIGURE (AL) ::

Elenco uffici e servizi | Stato civile | Stato civile sottopagine - :: SITO UFFICIALE DELLA CITTA' DI NOVI LIGURE (AL) ::

 

STATO CIVILE

Autentica di copie

Autentica di firme su passaggi di proprietà di Auto e motoveicoli

Cittadinanza

Dichiarazione Anticipata di Trattamento (DAT)

Leva

Matrimonio 

Separazioni e Divorzi

Modifica nome e cognome

Morte

Nascita - Riconoscimento -

Prenotazione Passaporti

Ricerche genealogiche

Rilascio certificati ed estratti di atti dello Stato Civile

 

 



Stato civile- Autentica di copie 
 Presso l'Ufficio dello Stato Civile è possibile richiedere l'autentica di copie conformi all'originale.

L’autenticazione di una copia consiste nella attestazione di conformità all’originale della copia, da parte del  pubblico ufficiale autorizzato.

Sono autorizzati ad autenticare una copia:

Pubblico ufficiale che ha emesso l’atto o presso cui è depositato o al quale deve essere presentato;

Notaio;

Cancelliere;

Segretario Comunale;

Dipendente incaricato dal Sindaco.

La conformità all’originale di una copia di un atto rilasciato o conservato da una pubblica amministrazione, di una pubblicazione, di titoli studio o di servizio e dei documenti fiscali che devono essere obbligatoriamente conservati dai privati può essere attestata dall’interessato con una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, se presentata ad una Pubblica Amministrazione e a  gestori di pubblico servizio oppure a  privati che vi acconsentano.

L'applicazione della marca da bollo sulla copia autenticata dipende dall'uso che il cittadino farà della copia conforme. Qualora si tratti di un documento composto da più pagine, dovrà essere applicata una marca da bollo ogni quattro facciate autenticate. Per quanto riguarda la richiesta di copia conforme in esenzione da bollo, vedi il modello qui di seguito allegato.

Scarica il Scarica il modello

E' necessario presentare:

il documento originale, la fotocopia del documento originale, un documento di identità valido del richiedente l'autentica.

Costi: Copia conforme in carta libera € 0.26 per ogni autentica se previsto in base all'uso (vedi modello precedente); Copia conforme in carta legale € 0.52 (e marca da bollo) .

Si precisa che, a far data dal 01/07/2013 (Autorizzazione Prot. 47121 del 17/05/2013- Agenzia delle Entrate Ufficio terr. di Novi Ligure ), relativamente ai suddetti certificati l'imposta di bollo potrà essere assolta anche in modalità virtuale: in questo caso, l'utente non dovrà presentarsi allo sportello già munito di marca da bollo, ma potrà corrispondere il relativo importo ovvero il costo della marca da bollo direttamente allo sportello  .

Per autenticare firme e fotografie, rivolgersi all'Ufficio anagrafe. 

 torna su


 

Stato civile- Autentica di firma per passaggio di proprietà di autoveicoli e motoveicoli

Presso l'Ufficio dello Stato Civile si autentica la firma del/dei venditore/i del mezzo per il passaggio di proprietà di autoveicoli e motoveicoli. In ufficio deve presentarsi il /i venditore/i munito di:

- certificato di proprietà del mezzo (CDP);

- dati dell'acquirente (cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, indirizzo di residenza);

- un proprio documento di identità valido;

- una marca da bollo .

Il venditore deve dichiarare anche il prezzo di vendita.

Se il mezzo ha più intestatari, devono presentarsi tutti muniti di documento di identità. Se il mezzo è intestato ad una persona giuridica (es. ditta, società) il venditore deve dimostrare di essere persona autorizzata a firmare, ad es. producendo una visura camerale.

Il passaggio di proprietà si considera ultimato soltanto quando il C.d.P. sarà pervenuto al PRA per la conseguente registrazione .

Per autenticare firme (in casi diversi dal passaggio di proprietà) e fotografie, rivolgersi all'Ufficio Anagrafe.

torna su


Stato civile- Cittadinanza italiana per residenza o per matrimonio con cittadino italiano
 
NORMATIVA: Legge 5 febbraio 1992 n. 91.

MODALITA' DI RICHIESTA
Viste le molteplici tipologie, l'interessato può rivolgersi all'Ufficio di Stato Civile .
La richiesta di cittadinanza italiana è in bollo  e deve essere presentata alla Prefettura dall'interessato, previo appuntamento on-line , nei casi di richiesta di cittadinanza per residenza sul territorio italiano o per matrimonio con coniuge italiano.

DECRETO DI CONCESSIONE DELLA CITTADINANZA ITALIANA E GIURAMENTO DI FEDELTA' ALLA REPUBBLICA

Il Decreto di concessione della cittadinanza italiana viene notificato dalla Prefettura all'interessato, che per il ritiro dovrà portare una marca da bollo e si dovrà curare di consegnare il decreto all'Ufficio di Stato Civile del Comune di residenza, fissando l'appuntamento per il giuramento.

DOCUMENTI DA PRESENTARE IN ALLEGATO ALL'ISTANZA PER MATRIMONIO 

1)  estratto dell’atto di nascita completo di tutte le generalità *;

2)  certificato penale del Paese di origine e degli eventuali Paesi terzi di residenza*;

3) titolo di soggiorno

4)  ricevuta di versamento del contributo di € 200,00:  C/C n. 809020    importo € 200,00 -  intestato a Ministero dell’Interno D.L.C.I. – cittadinanza   Causale: CITTADINANZA-CONTRIBUTO DI CUI ALL’ARTICOLO 1, COMMA 12, LEGGE 15 LUGLIO 2009, N. 94

 

* Gli atti di cui ai punti 1) e 2) dovranno essere legalizzati dall’Autorità diplomatica o consolare italiana presente nello Stato di formazione, salvo le esenzioni previste per gli Stati aderenti alle convenzioni internazionali. Gli atti dovranno altresì essere debitamente tradotti in lingua italiana dalla suddetta Autorità ovvero, in Italia, dall’Autorità diplomatica o consolare del Paese che ha rilasciato l’atto (in questo caso la firma del funzionario straniero dovrà essere legalizzata dalla Prefettura competente), oppure da un traduttore ufficiale o da un interprete che ne attesti con le formalità previste la conformità al testo straniero. 

In mancanza del documento di cui al punto 1) l’interessato potrà produrre atto di notorietà formato presso la Cancelleria del Tribunale territorialmente competente, recante l’ indicazione delle proprie generalità nonché quelle dei genitori. Per i certificati di cui al punto 2) l’interessato potrà produrre una dichiarazione sostitutiva di certificazione in cui attesti, sotto la propria responsabilità, di non avere riportato condanne penali né di avere procedimenti penali in corso nel proprio Paese di origine e degli eventuali Paesi terzi di residenza.

 

DOCUMENTI DA PRESENTARE IN ALLEGATO ALL'ISTANZA PER RESIDENZA  

 

1)  estratto dell’atto di nascita completo di tutte le generalità;*

2)  certificato penale del Paese di origine e degli eventuali Paesi terzi di residenza;*

4)  titolo di soggiorno;

5)   modelli fiscali (CUD, UNICO, 730) relativi ai redditi percepiti negli ultimi tre anni;

6)  ricevuta di versamento del contributo di € 200,00:   C/C n. 809020    importo € 200,00 -  intestato a Ministero dell’Interno D.L.C.I. – cittadinanza   Causale: CITTADINANZA-CONTRIBUTO DI CUI ALL’ARTICOLO 1, COMMA 12, LEGGE 15 LUGLIO 2009, N. 94

7)  certificato di cittadinanza italiana del genitore o dell’ascendente in linea retta fino al II°grado; (art.9,c.1,lett.a);

8)  sentenza di adozione rilasciata dal Tribunale (art.9, c.1,lett.b);

9)  documentazione relativa alla prestazione del servizio, anche all’estero, alle dipendenze dello Stato (art.9,c.1,lett.c);

10)   certificato di riconoscimento dello status di apolide o dello status di rifugiato politico;(art.9 c.1, lett.e) -  art.9 comma 1 lett.e) e art.16 comma 2);**

 

* Gli atti di cui ai punti 1) e 2) dovranno essere legalizzati dall’Autorità diplomatica o consolare italiana presente nello Stato di formazione, salvo le esenzioni previste per gli Stati aderenti alle Convenzioni internazionali. Gli atti dovranno altresì essere debitamente tradotti in lingua italiana dalla suddetta Autorità ovvero, in Italia, dall’Autorità diplomatica o consolare del Paese che ha rilasciato l’atto (in questo caso la firma del funzionario straniero dovrà essere legalizzata dalla Prefettura competente), oppure da un traduttore ufficiale o da un interprete che ne attesti con le formalità previste la conformità al testo straniero.

**In mancanza del documento di cui al punto 1) l’interessato potrà produrre atto di notorietà formato presso la Cancelleria del Tribunale territorialmente competente, recante l’ indicazione delle proprie generalità nonché quelle dei genitori. Per i certificati di cui al punto 2) l’interessato potrà produrre una dichiarazione sostitutiva di certificazione in cui attesti, sotto la propria responsabilità, di non avere riportato condanne penali né di avere procedimenti penali in corso nel proprio Paese di origine e degli eventuali Paesi terzi di residenza.

 

 

torna su  

 

DICHIARAZIONE ANTICIPATA DI TRATTAMENTO (DAT)

A seguito dell'entrata in vigore della Legge n. 219 del 22/12/2017, è stato revocato, con Delibera n. 7 del 14/02/2018, il precedente Regolamento Comunale per il Registro delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento in quanto superato dalla nuova normativa. Pertanto chi intendesse presentare istanza, all'Ufficio di stato civile,  di custodia della propria Dichiarazione Anticipata di Trattamento, dovrà compilare e sottoscrivere il Modello sotto riportato.

Modello

 


 

SERVIZIO LEVA

La chiamata alle armi e' stata sospesa ai sensi dell'art. 1 del Decreto Ministeriale 20 settembre 2004.

Infatti dal 01/01/2005 la chiamata alle armi è soltanto volontaria.


torna su


Stato civile- Matrimonio
 
 
PUBBLICAZIONI DI MATRIMONIO
Lo stato Civile richiede d'ufficio al Comune di nascita o residenza degli sposi tutti i documenti necessari.
Se gli sposi sono nati e residenti a Novi, non è necessario alcun documento .
Le persone straniere devono produrre il NULLA OSTA  al matrimonio , previsto dall'art. 116 del C.C., rilasciato dal Consolato del Paese d'origine in Italia  e, se previsto,  legalizzato in Prefettura,  o in alternativa Certificato di capacità matrimoniale, a seconda delle convenzioni tra l'Italia ed il paese straniero d'origine .
Le pubblicazioni vengono pubblicate On-line sul sito del Comune per otto giorni consecutivi. Il certificato di eseguita pubblicazione viene rilasciato a partire dal dodicesimo giorno successivo all'inizio della  pubblicazione. 

REQUISITI DEL RICHIEDENTE
La pubblicazione si effettua in uno dei Comuni di residenza degli sposi ed  i richiedenti non devono avere impedimenti al matrimonio. Per la pubblicazione di matrimonio è necessaria una marca da bollo telematica .
Se gli sposi hanno la residenza in due comuni diversi, potranno richiedere la pubblicazione in uno dei due comuni e questo provvederà d'ufficio  a richiedere la pubblicazione all'altro. Anche nel secondo Comune le pubblicazioni vengono pubblicate all'albo per otto giorni.  In questo caso sono necessarie due marche da bollo .

Si precisa che, a far data dal 01/07/2013 (Autorizzazione Prot. 47121 del 17/05/2013- Agenzia delle Entrate Ufficio terr. di Novi Ligure ), relativamente ai suddetti certificati l'imposta di bollo potrà essere assolta anche in modalità virtuale: in questo caso, l'utente non dovrà presentarsi allo sportello già munito di marca da bollo, ma potrà corrispondere l'importo (ovvero il costo della marca da bollo) direttamente allo sportello  .

CELEBRAZIONE MATRIMONI CIVILI
Gli accordi devono essere presi esclusivamente con l'Ufficio di Stato Civile che stabilisce, d'accordo con i nubendi, previo assenso del Sindaco,  il giorno, l'ora ed il luogo (Salone di rappresentanza presso Palazzo Comunale o Biblioteca Civica). 
Il celebrante è il Sindaco del Comune di Novi Ligure oppure uno degli Assessori delegati.
Le cerimonie celebrate al mattino, dal lunedì al sabato, non sono soggette ad alcun pagamento.
Alla domenica e nei giorni festivi infrasettimanali è dovuto un contributo di € 155 (matrimonio celebrato nel Palazzo Comunale) .
Nei giorni feriali fuori orario di servizio (ossia al pomeriggio) il versamento previsto è di € 103.
Si può richiedere l'allestimento della sala con addobbi (piante verdi e passatoia sullo scalone), per i quali è richiesto un versamento di € 52.
I versamenti devono essere effettuati presso la tesoreria Comunale (Banca Popolare di Sondrio - Corso Marenco ang. Via Paolo Giacometti) e la ricevuta di pagamento deve essere consegnata all'Ufficio di Stato civile almeno una settimana prima della data fissata per le nozze.
A partire dal 1 gennaio 2010 sarà inoltre possibile effettuare il pagamento anche attraverso  "pagamenti on line" sul  sito Ufficiale del Comune di Novi Ligure . Di seguito si riporta il codice IBAN del Conto Corrente di Tesoreria intestato al Comune di Novi Ligure : IT40 C 05696 48420 000010000X89. 

CELEBRAZIONI DI MATRIMONI CIVILI IN BIBLIOTECA In alternativa alla Sala di Rappresentanza è possibile celebrare il matrimonio presso l'Auditorium in Biblioteca Civica in Via Marconi: se almeno uno dei contraenti è residente in Novi Ligure, cerimonia € 450; cerimonia con piccolo rinfresco - a cura degli sposi - allestito nel chiostro della biblioteca (durata max. due ore e da effettuarsi compatibilmente con le attività della Biblioteca ) €  700.
Se i contraenti non sono residenti a Novi Ligure , cerimonia : € 700; cerimonia con piccolo rinfresco - a cura degli sposi - allestito nel chiostro della Biblioteca (durata max. due ore da effettuarsi compatibilmente alle attività della biblioteca) € 950.

REQUISITI DEI RICHIEDENTI
Non devono sussistere impedimenti al matrimonio previsti dal C.C.

TRASCRIZIONE MATRIMONI RELIGIOSI.

L'Ufficiale dello Stato Civile provvede, su richiesta del parroco o del Ministro del culto celebrante, a trascrivere nei registri di Stato Civile  l'atto di matrimonio celebrato nel Comune di Novi Ligure .  Con la trascrizione il matrimonio assume la rilevanza giuridica anche per lo Stato Italiano con decorrenza dalla data di celebrazione.
L'atto di matrimonio deve essere consegnato dal celebrante all'Ufficio di Stato Civile, entro 5 giorni dalla data della celebrazione. L'ufficio provvede alla trascrizione di atti di matrimonio entro 24 ore dalla consegna da parte del parroco o del Ministro di Culto e può procedere al rilascio di certificati ed estratti. 

ANNOTAZIONI DI SEPARAZIONE DEI BENI, DI SEPARAZIONE TRA I CONIUGI E DI DIVORZIO
La separazione dei beni è annotata a margine dell'atto di matrimonio ed è certificata con l'estratto per riassunto dell'atto di matrimonio. La scelta di regime patrimoniale può essere fatta dagli sposi al momento del matrimonio o in momento successivo tramite atto notarile .

Sull'atto di matrimonio vengono annotate : separazione dei beni, separazione personale fra i coniugi ed il divorzio .
Inoltre vengono effettuate annotazioni di convenzioni patrimoniali stipulate presso notai.

CERTIFICATI ED ESTRATTI PER RIASSUNTO DELL'ATTO DI MATRIMONIO
L'atto di matrimonio si trova nel Comune di celebrazione del matrimonio e nei Comuni di residenza degli sposi al momento del matrimonio. Quindi certificati ed estratti di matrimonio possono essere richiesti sia nel Comune di celebrazione sia, se diversi da quello  di celebrazione, nei Comuni di residenza degli sposi alla data del matrimonio.

torna su


Stato civile- Separazioni e Divorzi

NORMATIVA: decreto legge 12/09/2014 n. 132 (Legge di conversione n. 162 del 10/11/2014)
Circolare del Ministero dell'Interno n. 19 del 28/11/2014

Chi volesse separarsi consensualmente/divorziare, potrà ricorrerere ad una delle seguenti possibilità:

1)Tribunale (modalità già prevista dalla precedente normativa)

2)Avvocato (Convenzione di negoziazione assistita ai sensi dell'art. 6 della Legge 162 del 10/11/2014)

3)Ufficiale dello stato civile (art. 12 della Legge 162 del 10/11/2014) .

Per quanto riguarda la terza opzione, i coniugi dovranno rivolgersi all'Ufficio di stato civile per ottenere informazioni in merito , verificando di essere in possesso dei requisiti previsti dalla Normativa. La conseguente procedura è descritta nella seguente informativa allegata:

Informativa

I coniugi, prima che l'Ufficiale dello stato civile proceda alla redazione dell'atto di accordo , dovranno compilare il modello qui allegato.

Modello

Inoltre, qualora i coniugi abbiano dei figli maggiorenni (anche di una sola parte) economicamente indipendenti, questi potranno compilare la seguente dichiarazione sostuitutiva dell'atto di notorietà relativa all'indipendenza economica degli stessi.

Modello

 

Stato civile- Morte
 
 
DENUNCE PER DECESSI AVVENUTI IN ABITAZIONI, OSPEDALI, CASE DI CURA, ECC.
NORMATIVA:Regolamento di Polizia Mortuaria; D.P.R. 10/9/90, n. 285
Ordinamento dello Stato Civile DPR 396/2000

DECESSO AVVENUTO IN ABITAZIONE
Della relativa denuncia se ne occupano le Agenzie di Pompe Funebri, che dovranno esebire all'Ufficio il certificato necroscopico ed il modello ISTAT indicante le cause di morte , al fine della redazione dell'atto di morte entro le 24 ore dal decesso (salvo diverse disposizioni in merito al periodo di osservazione)

DECESSO AVVENUTO IN OSPEDALE e CASE DI CURA
Alla denuncia provvedono i direttori delle strutture o i delegati dalle Amministrazioni. Devono essere prodotti l'avviso di morte, il certificato necroscopico e la scheda ISTAT .

In caso di morte violenta o con ipotesi di reato, l'autorizzazione al seppellimento potrà essere rilasciata previo nulla osta dell'Autorità Giudiziaria.

 

TRASCRIZIONE ATTI DI MORTE ALL'ESTERO (TRAMITE CONSOLATO O SU RICHIESTA DEL PARENTE INTERESSATO)
NORMATIVA: Regolamento di Polizia Mortuaria; D.P.R. 10/9/90, n. 285;
Ordinamento dello Stato civile DPR 396/2000

MODALITA' DI RICHIESTA ED EROGAZIONE
Per la trascrizione degli atti di morte di cittadino italiano avvenuta all'estero, il parente interessato si occupa di far pervenire l'atto originale al Consolato d'Italia nel Paese Estero e il Consolato stesso provvede a trasmetterlo, tradotto e legalizzato, al Comune di residenza del defunto per la trascrizione .

torna su


Stato civile - Nascita - Riconoscimento  
 

NORMATIVA: Ordinamento dello Stato Civile: DPR 396/2000

DENUNCIA DI NASCITA

Per la registrazione della nascita ci si può presentare entro 3 giorni dalla nascita presso la Direzione Sanitaria dell'Ospedale in cui è avvenuta la nascita oppure entro entro 10 giorni al Comune di residenza della madre o presso il Comune dove è avvenuta la nascita.
La denuncia di nascita relativa ad un figlio di genitori coniugati fra loro può essere effetuata  anche da un solo genitore; per quella relativa al  figlio nato fuori dal matrimonio devono presentarsi entrambi i genitori .
Il dichiarante (o i dichiaranti) deve esibire in originale l'Attestazione di assistenza al parto, rilasciata in Ospedale, ed un valido documento di identità.
La nascita viene registrata immediatamente tramite l'inserimento dei dati e la stampa dell'atto su modelli ministeriali che il genitore (o i genitori) dopo aver letto, sottoscrive.
E' poi possibile ritirare i certificati di nascita.

 

TRASCRIZIONE DI ATTI DI NASCITA DALL'ESTERO

Gli atti relativi a cittadini italiani e formati all'estero devono essere prodotti dagli interessati al Consolato d'Italia nel Paese Estero, che provvede alla trasmissione al Comune di residenza.

 

RICONOSCIMENTO DI FIGLIO

Il riconoscimento di figlio di genitori non coniugati può essere :

  • CONGIUNTO (madre e padre insieme si presentano presso l'ufficio)
  • DISGIUNTO (fatto dal padre o dalla madre).

 

In caso di riconoscimento da parte di uno dei genitori in data successiva alla dichiarazione di nascita resa dal primo genitore, occorre che entrambi si presentino insieme allo Stato Civile muniti di documento valido . Per il riconoscimento in data successiva, è necessario l'assenso del genitore che per primo ha riconosciuto il minore, assenso che viene reso al momento del riconoscimento da parte dell'altro genitore, direttamente all'Ufficiale dello Stato Civile.

E' opportuno informarsi direttamente allo Stato Civile per i singoli casi.

DOCUMENTI DA PRESENTARE

Per riconoscimento di BAMBINO GIA' RICONOSCIUTO DA UNO DEI DUE GENITORI:

  • atto di assenso dell'altro genitore (direttamente allo Stato Civile)
  • documento valido per entrambi i genitori

 

torna su


     

Stato civile- Passaporti
 
 
DOCUMENTAZIONE OCCORRENTE PER IL RILASCIO DEL PASSAPORTO BIOMETRICO (CON IMPRONTE DIGITALI)

1) Domanda mod. 308 

2) Ricevuta di versamento di Euro 42,50  sul conto corrente postale n. 67422808 intestato al Ministero dell'Economia e delle Finanze - Dipartimento del Tesoro, con causale "Importo per rilascio del passaporto elettronico"

3) Due fotografie formato tessera identiche e recenti con le caratteristiche previste per il passaporto

4) Dal 24 Giugno 2014 è stato introdotto un contributo amministrativo di  Euro 73,50 da acquistare sotto forma di contrassegno telematico in una rivendita di valori bollati .

N.B. Chi avesse già acquistato il contrassegno telematico da 40,29 dovrà integrarlo con un ulteriore contrassegno telematico da € 33,21.

Contestualmente è stata abolita la tassa annuale  del passaporto ordinario, quindi il contributo da € 73,50 è valido fino alla scadenza del documento .

5) Eventuale passaporto scaduto. In caso di rilascio di nuovo passaporto, il vecchio deve essere restituito alla Questura. In caso di smarrimento, è necessaria la denuncia presentata all'Autorità di P.S.

NOTA BENE: A far data dal 04/11/2010 la Questura ha realizzato un nuovo sistema informatico denominato "Agenda passaporto" che agevola gli utenti nello svolgimento di tutti gli adempimenti correlati al rilascio del passaporto.

Il sistema prevede un calendario/agenda elettronico, gestito direttamente dalle Questure e dai Commissariati distaccati , che consente :

1) Ai  Comuni di fissare gli appuntamenti per l'acquisizione delle impronte digitali presso la Questura,  a tutti i cittadini che si presentino presso i loro sportelli per la domanda di rilascio passaporto;

2)Agli stessi cittadini di registrarsi e presentare direttamente da casa, via Web, la domanda per ottenere il passaporto, prenotando contestualmente l'appuntamento presso la Questura, per l'acquisizione delle impronte digitali nel giorno e nell'ora desiderati.

L'accesso al sistema avviene via internet direttamente dal sito:  https//www.passaportonline.poliziadistato.it

Il sistema consente di fissare il giorno e l'ora dell'appuntamento con contestuale compilazione del mod. 308, recante i dati anagrafici e biometrici dell'utente  e successiva stampa, su unico foglio, non solo della ricevuta attestante la data di presentazione presso la Questura , ma altresì del modulo anzidetto e dell'elenco dei documenti richiesti per ottenere il passaporto.

La Questura, non appena ultimato il passaporto ,  dopo circa un mese , spedisce il documento direttamente al Comune di residenza dell'utente;  in alternativa , in caso di urgenza , si può ritirare il passaporto direttamente alla Questura .

GENITORI CON PROLE MINORE

Se il richiedente a prescindere dallo stato civile ha figli minori non è necessaria l'Autorizzazione del Giudice Tutelare quando abbia l'assenso dell'altro genitore o quando sia titolare esclusivo della potesta' sul figlio (vedovo/a - unico genitore).

ISCRIZIONE DEI FIGLI MINORENNI SUL PASSAPORTO DEI GENITORI

Con la conversione in legge del decreto legge n. 135/2009, contenete l'emendamento relativo alla disciplina dei passaporti, si stabilisce che a partire dal 25/11/2009 non sarà più possibile iscrivere i minori sul passaporto del genitore. Le nuove norme, volute a livello comunitario per garantire una maggiore individualità e quindi sicurezza ai minori, prevedono infatti che tutti i minori siano muniti di passaporto individuale. Inoltre la validità del passaporto rilasciato ai minori ha una durata differenziata in base all'età: minori di 3 anni, validità triennale; minori di età compresa tra i 3 e i 18, validità quinquennale. restano comunque valide tutte le iscrizioni effettuate prima dell'entrata in vigore delle nuove didposizioni normative, fino alla scadenza del passaporto sul quale sono riportate. Qualora il passaporto del genitore sia ancora valido, sarà possibile l'inserimento della sola fotografia all'atto del compimento del decimo anno di età del minore iscritto. NOTA BENE : Sempre ai sensi della conversione del D.L n. 135/2009, per i minori di anni 14 l'uso del passaporto è subordinato alla condizione che viaggino in compagnia di uno dei genitori oppure che il nome della persona/ente/compagnia di trasporto cui i minori sono affidati venga menzionato sul passaporto o su una dichiarazione firmata dai genitori. La sottoscrizione di tale dichiarazione deve essere vistata da un'Autorità competente al rilascio del passaporto.

torna su

 


 

Stato civile- Ricerca Genealogica

Le ricerche storiche vengono effettuate presso l'Ufficio dello Stato Civile. L'archivio comprende registri di nascita, matrimonio e morte relativi ad eventi avvenuti nel Comune di Novi Ligure a partire dall'anno 1866 e di cui, su richiesta scritta, possono essere rilsciati certificati o estratti.
Per le persone nate /morte/sposatesi prima del 1866,  si suggerisce di rivolgersi alle Parrocchie di San Nicolò (Via Girardengo) Sant'Andrea (Piazza Sant'Andrea) , San Pietro (Via Roma ). 

torna su


 

Stato civile- Cambio di nome o cognome 
 
 
NORMATIVA - : Ordinamento dello Stato Civile - DPR N. 396/2000  e codice civile

Per i cambiamenti di nome o di cognome l'istanza, in bollo,  deve essere presentata in Prefettura di Alessandria .
L'Ufficio di Stato Civile cura l'affissione del Decreto di autorizzazione e quindi provvede alla trascrizione del Decreto di cambiamento emesso dalla Prefettura e alle conseguenti annotazioni e variazioni anagrafiche .

torna su


Stato civile- Rilascio certificati, estratti e copie integrali
 
 
NORMATIVA: DPR 396/2000 - L. 183 del 12/11/2011 art. 15

MODALITA' DI RICHIESTA

1) direttamente  allo sportello presso l'Ufficio di Stato Civile

2) si può inviare richiesta scritta con busta pre-affrancata per ottenere la relativa certificazione per posta 

3) richiesta mediante PEC (posta elettronica certificata)

TIPOLOGIE DI CERTIFICAZIONE

certificati ed estratti di  nascita, matrimonio e morte riferiti ad eventi avvenuti a Novi Ligure, relativi a persone residenti e non più residenti a Novi Ligure 

certificati ed estratti  di nascita, matrimonio e morte riferiti ad eventi avvenuti in altri comuni,  i cui atti sono però trascritti nel Comune di Novi Ligure in quanto riferiti a persone residenti

copie integrali, su richiesta  scritta dell'interessato accompagnata dalla fotocopia fronte retro di un valido documento d'identità oppure su richiesta scritta da parte di altra persona per la tutela di sistuazioni giuridicamente rilevanti.

Per ottenere la sopraindicata certificazione al proprio domicilio è necessario inviare una richiesta scritta specificando il tipo di documento richiesto, e accludendo una busta affrancata con il proprio indirizzo.
La documentazione viene rilasciata a vista al cittadino che si presenta allo sportello.
Degli atti iscritti o trascritti, si rilasciano certificati a partire  dal giorno medesimo di iscrizione o trascrizione.

A partire dal 1 gennaio 2012 :

Il certificato rilasciato da un'amministrazione pubblica ad un altro soggetto pubblico o ad un gestore di pubblici servizi, ai fini dell'acquisizione d'ufficio di cui all'art. 43 ovvero dell'effettuazione dei controlli di cui all'art. 71 del d.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445, va rilasciato privo della dicitura: Il presente certificato non può essere prodotto agli organi della pubblica amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi.

Ai sensi dell'art. 43 comma 5 del d.P.R. 28 dicembre 2000, n.445, in tutti i casi in cui l'amministrazione procedente acquisisce direttamente informazioni relative a stati, qualità personali e fatti presso l'amministrazione competente per la loro certificazione, il rilascio e l'acquisizione del certificato non sono necessari e le suddette informazioni sono acquisite, senza oneri, con qualunque mezzo idoneo ad assicurare la certezza della loro fonte di provenienza (ad esempio, posta elettronica, PEC, fax ecc.). Nel caso in cui comunque venga rilasciato, sul certificato va apposta solo la seguente dicitura " Rilasciato ai fini dell'acquisizione d'ufficio".

NOTA BENE : Certificati ed estratti di Nascita : l'atto di nascita di bambini nati a Novi Ligure , figli di mamme non residenti a Novi Ligure  al momento della nascita del figlio, potrebbe non trovarsi registrato a Novi Ligure, ma nel Comune di residenza della mamma al momento della nascita del bambino. Pertanto il Comune di Novi Ligure, in questo caso, non potrà rilasciare la relativa certificazione .

Il rilascio di certificati, estratti e copie integrali sono esenti da spese.

torna su 



 

 

 

Risultato (8138 valutazioni)