Gli auguri di Pasqua dall'Amministrazione comunale - :: SITO UFFICIALE DELLA CITTA' DI NOVI LIGURE (AL) ::

archivio notizie - :: SITO UFFICIALE DELLA CITTA' DI NOVI LIGURE (AL) ::

Gli auguri di Pasqua dall'Amministrazione comunale

 
Gli auguri di Pasqua dall'Amministrazione comunale

Amiche ed amici Novesi,

visto l’approssimarsi della Santa Pasqua ho registrato un video per fare a voi tutti gli auguri da parte dell’Amministrazione comunale. Vi confesso, però, che è uno strumento per me non consueto, che mi intimidisce ed il cui risultato non mi soddisfa mai troppo.
Ho allora pensato di affiancarlo con questa breve nota augurale (scritta), con la speranza di dare più forza alla mia voglia di esservi vicino nella mia prima Pasqua da Sindaco, una Pasqua che è sempre Luce, anche se attraversiamo un momento Buio.
Il mio primo pensiero va a tutte le famiglie che hanno avuto dei lutti in casa, a cui esprimo il mio profondo cordoglio: sono lutti diversi, che segnano diversamente la nostra collettività.
Il secondo vuole manifestare un sentimento di vicinanza a tutte le famiglie che hanno malati che magari non possono neppure assistere: sono certo che faranno appello ad ogni forza e ad ogni energia per gestire questa pena, perché so che noi Novesi siamo gente forte.
Il terzo è un pensiero di gratitudine per i medici e gli operatori sanitari, per le forze dell’ordine, per le associazioni di volontariato, per tutti coloro che negli ospedali o per strada si stanno sacrificando, in trincea, per tutelare la nostra salute.
Dobbiamo ricordarci quando, tornati alla normalità, saremo di nuovo tentati a denigrare, in modo superficiale e qualunquistico, quei pezzi della pubblica amministrazione che magari non funzionano troppo bene per carenza di risorse o per difetti organizzativi, che sono costituti da quelle stesse persone capaci e coraggiose che oggi ci aiutano, andando ben oltre all’assolvimento dei loro compiti.
È una Pasqua strana, insolita, ma che possiamo provare a vivere in maniera più lenta, intima e spirituale. A tal proposito, voglio condividere con voi la riflessione contenuta in un articolo che mi è capitato di leggere in questi giorni di Quaresima e che cita il poeta Mario Luzi (… Il bulbo della speranza, che ora è occultato sotto il suolo di macerie, non muoia, in attesa di fiorire alla prima primavera…): la ‘paura’ genera un eccesso di isteria, perché quando prevale la paura tutto si colora di negativo; diverso invece è il ‘timore’, perché suppone che vi sia la consapevolezza della difficoltà e lo sforzo per superarla, e perché il timore non può esistere senza la speranza.

Il messaggio, forte, è che dobbiamo cercare di “coltivare” il timore e non abbandonarci alla paura.
Non è facile, ma questa è la via.

Volevo essere breve, ma non lo sono stato. Scusatemi.

Buona Pasqua, cari Novesi!

 


Risultato (99 valutazioni)