I Senza Volto - :: SITO UFFICIALE DELLA CITTA' DI NOVI LIGURE (AL) ::

archivio notizie - :: SITO UFFICIALE DELLA CITTA' DI NOVI LIGURE (AL) ::

I Senza Volto

 
I Senza Volto

Sarà presentato venerdì 24 marzo 2017 alle ore 17, nella sala conferenze della Biblioteca civica di Novi Ligure, via Marconi 66, “I SENZA VOLTO - parte terza” di Lorenzo Robbiano. Il libro completa il percorso che l’autore ha iniziato nel  2012 con il primo volume che tracciava la vita operaia negli opifici di Novi Ligure e la nascita della prima Società di mutuo soccorso nel 1850; il secondo volume, edito nel 2013, raccontava l’evoluzione del mutuo soccorso novese e lo sviluppo industriale fino alla fine del XIX secolo. Nel nuovo libro l’autore ripercorre la vita novese nei primi tre decenni del ‘900, con la crisi della borghesia, la scomparsa di Raggio e la crescita socialista. Racconta della nascita della giunta “bloccarda” a Novi,  ispirata dalla massoneria. Ripercorre il “biennio rosso” e l’occupazione delle fabbriche. Infine riferisce degli anni in cui Novi resistette al fascismo fino all’arrivo delle “squadracce” da fuori città, che determinarono la fine delle organizzazioni operaie e della Società di Mutuo Soccorso.

“L’obiettivo principale che mi ero posto fin dal primo volume, sostiene l’autore, era quello di dare un volto a chi non l’ha avuto: gli operai che sono stati protagonisti del forte sviluppo industriale di Novi a partire dall’Ottocento, senza trascurare il ruolo degli altri attori, pur importanti. Un pezzo di storia spesso dimenticata e che, comunque la si pensi, ha determinato la vita della città, possiamo dire fino ad oggi”.

Alla presentazione, oltre all’autore, parteciperanno il Sindaco di Novi Ligure, Rocchino Muliere, Carlo Campora, presidente della S.A.O.M.S di Capriata d’Orba nonché Presidente della Consulta delle S.O.M.S. Novi-Ovada. Presenterà il volume il dr. Diego Robotti della Fondazione Soms del Piemonte e della Soprintendenza ai beni archivistici, autore della prefazione dei tre volumi.

Scrive, tra l’altro, Robotti nella sua introduzione al libro: Pur nella sua specificità, l’evoluzione del movimento operaio novese in quel periodo ricorda le vicende dei grandi centri industriali italiani, primo fra tutti Torino, con cui le affinità sono notevoli: l’apertura della prima Camera del Lavoro nel 1891 ospitata nella sede dell’Associazione Generale degli Operai, la nascita nel 1899 dell’Alleanza Cooperativa Torinese dalla fusione della Cooperativa Ferrovieri con i magazzini cooperativi della stessa Associazione Generale (che da poco aveva eletto un gruppo dirigente a maggioranza socialista), lo sviluppo delle organizzazioni sindacali, gli anni “insurrezionali” dell’immediato dopoguerra, la sconfitta degli scioperi operai e delle occupazioni di fabbrica e infine la reazione fascista”.

I senza volto-parte terza è edito da Vallescrivia per conto della S.A.O.M.S. di Capriata d’Orba ed è stato realizzato grazie al maggior sostenitore Compagnia di San Paolo. Il ricavato della vendita verrà devoluto alla Consulta delle S.O.M.S Novi-Ovada per l’attività di micro - credito svolta dalla S.A.O.M.S. di Capriata d’Orba e dal Comitato Colibrì di Alessandria. E’ patrocinato dalla Fondazione S.o.m.s. piemontese.


Risultato (2771 valutazioni)